Fino ad avere le dita roventi e la testa che fuma

Hackathon: un termine che nasce dalla contrazione di «hacking» e «marathon». Fin qui tutto chiaro. Ma cosa succede esattamente in questo tipo di evento? E cosa c’entra SIX?

Nel 2015 c’è stato il debutto, nel 2016 il bis: al #SIXHackathon si fa sul serio. Alla manifestazione si incontrano gli specialisti IT per un intero fine settimana per trovare, in tempi serratissimi, la soluzione a un problema posto a ognuno di loro. Sono richieste innovazione, creatività e idee originali. L’obiettivo è proporre degli approcci che abbiano una fattibilità concreta. I minuti scorrono veloci!

Dare libero sfogo alla creatività

L’hacking unisce abilità umane e intenti criminali. Ma un hacker potrebbe anche essere definito una sorta di macchiavellico rivoluzionario. La sua mente reintepreta i sistemi e le tecnologie esistenti per ricavarne qualcosa di nuovo o di diverso. Ed è proprio questa creatività che deve essere liberata al #SIXHackathon e trasformata in realtà. «Sono stati sviluppati in totale 40 progetti molto interessanti, poi sottoposti a una giuria. Quest’anno si terrà un follow-up con la squadra dei partecipanti per garantire che venga tratto il massimo profitto dal lavoro svolto» dichiara Andreas Iten, Managing Director Financial Information. Anche Markus Graf, Head Innovation Management presso SIX, è soddisfatto. «Abbiamo visto una grande quantità di talenti e abbiamo assistito alla presentazione di progetti veramente innovativi. Hackathon è stata perfettamente all’altezza delle nostre aspettative.»

Quest’anno si terrà un follow-up con la squadra dei partecipanti per garantire che venga tratto il massimo profitto dal lavoro svolto.»

Andreas Iten, Managing Director Financial Information

Percorrere nuove strade

Che cosa voleva ottenere SIX dall’evento e dalle tante idee brillanti? La risposta è «innovazione», perché senza visioni innovative il futuro diventa privo di senso. #SIXHackathon fa sì che ciò non accada. Per scoprire soluzioni effettivamente nuove occorre imboccare vie non ancora battute. Ma anche le relazioni all’interno del mondo creativo e il networking hanno un ruolo importante. Per questo Hackathon si tiene contemporaneamente a Londra e a Zurigo: tra i due hotspot di Fin-Tech si instaura uno stretto collegamento e un vivace interscambio. «L’aggiunta di una seconda location a Londra ha fatto quasi raddoppiare il numero di partecipanti» afferma con compiacimento Iten, e aggiunge «Ma il post Hackathon è l’ante Hackathon. Il team F10 è già alle prese con l’organizzazione dell’edizione 2017.»