Vi spieghiamo che cos'è mPOS

Vi spieghiamo che cos'è mPOS

Cosa s'intende per mPOS? Noi vi spieghiamo quale soluzione di pagamento risponde a questa definizione.

Come nel caso dei terminali di pagamento portatili, ad esempio quelli utilizzati nei bar e ristoranti, che possono essere portati direttamente al tavolo in tutta semplicità, anche per mPOS la mobilità gioca un ruolo importante. A differenza di altre soluzioni, però, mPOS opera tramite un dispositivo diverso: lo smartphone o il tablet. Tutti i possessori di uno smartphone o un tablet hanno in tasca un terminale di pagamento a tutti gli effetti, ma molti non lo sanno ancora.

mPOS?

POS è l'acronimo di «Point of Sale», ossia il punto di pagamento. Ora lo smartphone o il tablet diventa un punto vendita mobile, per cui la lettera «m» sta appunto per «mobilità». C'è anche qualcuno che traduce mPOS con «mini-POS» e anche questa interpretazione può essere azzeccata, nel senso che si tratta innegabilmente di un punto vendita dalle dimensioni molto ridotte. Per noi, però, la «m» indica in primo luogo l'accettazione di carte su dispositivi mobili. In questo modo, i rivenditori hanno la possibilità di trasferire il punto vendita ovunque desiderano. Innanzitutto, però, nel luogo in cui si trovano i clienti.

La tendenza è importata dagli Stati Uniti, dove dal 2010 sono sempre più numerosi i piccoli operatori che utilizzano lo smartphone o il tablet come cassa. Si tratta di una soluzione interessante soprattutto per piccole aziende, ditte individuali e anche per imprenditori part-time che nell'arco di una giornata gestiscono un numero contenuto di operazioni di pagamento.

Come?

In che modo funziona esattamente? Sono sufficienti uno smartphone o un tablet, un lettore carte e un contratto di accettazione delle carte. Il lettore carte è un piccolo dispositivo aggiuntivo che si collega tramite il foro del caricabatteria dello smartphone o del tablet o si connette tramite Bluetooth. Il rivenditore apre l'app, digita l'importo e quest'ultimo viene quindi trasmesso al lettore carte. Il cliente inserisce la sua carta e immette il PIN. La connessione per l'elaborazione dei dati viene generata tramite 3G o WLAN.

Gli smartphone e i tablet sono sempre più diffusi e sono anche sempre più numerosi i clienti che desiderano pagare con la carta in ogni situazione. mPOS fornisce una risposta a entrambi i trend. Le soluzioni mPOS permettono di ampliare il tradizionale panorama di cassa e offrono una possibilità conveniente per accettare ovunque i pagamenti senza contanti. A titolo di esempio, è possibile pagare l'insegnante di yoga direttamente sul posto senza usare contanti e il rivenditore al mercato delle pulci può offrire ai suoi clienti un'opzione di pagamento aggiuntiva senza grandi sforzi.

In futuro la soluzione di pagamento mPOS potrà svolgere sempre più le funzioni di un punto vendita di tipo classico. Il futuro dei pagamenti senza contanti sarà infatti ancora più orientato alla mobilità e alla comodità.