Paymit –  le tappe di SIX verso il successo – attesi fino a due milioni di utenti entro il 2017

Paymit – le tappe di SIX verso il successo – attesi fino a due milioni di utenti entro il 2017

Con Paymit, SIX lancia la prima app di pagamento utilizzabile in tutta la Svizzera indipendentemente dalla banca. UBS e la Zürcher Kantonalbank sono i primi istituti bancari a offrire ai propri clienti la possibilità di pagare con Paymit. In questa intervista abbiamo chiesto a Pedro Deserrano, Chief Marketing Officer di SIX Payment Services, cosa ne pensa di Paymit e del potenziale della nuova app.

Cosa rende Paymit interessante agli occhi delle banche e dei loro clienti?

Pedro Deserrano: Paymit è un sistema aperto che possono usare tutti semplicemente scaricando l’app da iTunes o Google Play. Offrire Paymit in collaborazione con le banche ci garantisce un sistema di distribuzione perfetto. Quando si tratta di pagare, le persone si fidano delle proprie banche e Paymit non è un’app che l’utente scarica da una fonte sconosciuta. L’app è offerta dalla tua banca, è parte del tuo e-banking, e questo la rende sicura, affidabile e credibile. Paymit fa parte dell’ecosistema di pagamento svizzero e vanta elevatissimi standard di sicurezza. Senza dimenticare che: è rapida, facilita la vita – ed è divertente da utilizzare!

Guardiamo per un attimo al futuro: come vede Paymit tra due anni?

Pedro Deserrano: Gli studi rivelano che al momento circolano ancora circa CHF 87 miliardi di contanti in Svizzera. Se Paymit ne intercettasse anche solo il cinque per cento sarebbe un enorme successo. Entro i prossimi due anni puntiamo a conquistare fino a due milioni di clienti. Grazie a due banche flagship, UBS e ZKB, che attualmente offrono Paymit ai propri clienti, confidiamo di riuscire a raggiungere questo ambizioso obiettivo. Atri potenziali partner bancari hanno già manifestato interesse.

... e qual è il futuro dei pagamenti senza contanti?

Pedro Deserrano: Siamo sinceri: le banche temono Apple Pay e altre soluzioni simili perché potrebbero ridurre la loro capacità di raccolta di depositi. Speriamo di riuscire a sviluppare un’ampia rete Paymit con tanti consumatori e negozianti nel giro dei prossimi due anni. I pagamenti peer-to-peer sono un aspetto molto interessante del mondo finanziario e sono ancora agli esordi...

Il mercato dei mobile payment cambia rapidamente – a cosa devono adeguarsi i negozianti? Quali sfide devono affrontare, cosa non possono lasciarsi sfuggire?

Pedro Deserrano: La prossima nostra tappa verso il successo è offrire l’app ai negozianti. Semplificherà molto la loro vita e quella dei loro clienti perché le transazioni avvengono in tempo reale. E infine speriamo di convincere il maggior numero di esercenti possibile a integrare Paymit nel proprio sistema di cassa. La nostra strategia prevede di creare dapprima un’ampia rete di utenti di Paymit. Quanti più utenti avremo, tanto maggiore sarà l’interesse dei negozianti!

Grazie per l’intervista signor Deserrano.